Carnevale di Termini Imerese 2024


Carnevale di Termini Imerese 2024

 13 febbraio 2024

 Termini Imerese (PA)

Condividi



Carnevale Termitano

Il Carnevale Termitano di Sicilia, è uno dei più importanti eventi carnascialeschi dell'isola, ed essendo inoltre uno dei carnevali più antichi d’Italia conserva ancora tradizioni e maschere proprie.
Il Carnevale di Termini Imerese presenta ogni anno un calendario ricco di eventi e manifestazioni: sfilate dei carri allegorici e dei gruppi mascherati, spettacoli musicali e di intrattenimento, musiche e danze in piazza.

La storia del Carnevale di Termini Imerese affonda le radici nel 1848 quando nella città era in atto una sommossa contro i Borboni. Secondo la tradizione popolare, in seguito a questa sommossa, giunsero in città un gruppo di napoletani, chiamati napoliti che furono accolti e integrati nella comunità. I napoliti per ringraziare dell'opspitalità ricevuta, in occasione del carnevale, organizzarono una festa improvvisata a cui partecipò con piacere la gente del luogo. Inizialmente la festa si svolgeva solo nei quartieri periferici e più poveri, luoghi dove la maggior parte dei napoliti viveva, ma negli anni la festa coinvolse l'intera popolazione di Termini Imerese e si trasformò in uno dei più importanti eventi del Sud Italia.

Ci sono due maschere del carnevale di Termini Imerese che testimoniano la sua antica origine: la maschera di Nannu, ossia nonno, e la maschera di Nanna, la nonna.
Il Nannu è il re del Carnevale pagano. E' un uomo basso, curato nell'aspetto nonostante l'età avanzata, che lancia caramelle ai bambini e alle donne, e riserva gesti poco eleganti agli uomini: porta con se rape e finocchi per i suoi intenti offensivi. La sera del martedì grasso la sua maschera viene bruciata. Il rogo della maschera di Nannu simbolicamente rappresenta la purificazione di tutti i cittadini che si preparano al periodo di quaresima.
La figura della Nanna viene rappresentata in due diversi modi poichè la sua storia è antica e poco nota.
Secondo una interpretazione la nanna viene rappresentata come una vecchia signora magra e ossuta, con un abito grigio e rosa ed un cappello decorato con fiori. Essa rappresenta la penitenza ed il digiuno che seguirà nel periodo di quaresima.
La seconda interpretazione vede la Nanna come una signora anziana molto grassa che distribuisce nocciole, confetti, arance e monete. Essa è un simbolo propiziatorio di abbondanza per l'anno che seguirà.

Potresti essere interessato a dove alloggiare a Termini Imerese

Potresti anche essere interessato a:


Fonti

 Web Site

 facebook

enjoysicilia.it non è in alcun modo responsabile per eventuali errori, omissioni o cambiamenti dovuti a fattori non prevedibili. Vi invitiamo fortemente a verificare eventuali variazioni dell'ultima ora visitando il sito ed i social media dell' organizzatore dell'evento i cui link sono indicati in calce.


enjoysicilia